FERROVIA AD ALTA VELOCITA’

LINEA FERROVIARIA MILANO NAPOLI

NODO AV DI FIRENZE

 

Scopo dell’opera è completare la rete ferroviaria A.V. Milano-Napoli (TAV), potenziare il servizio ferroviario regionale (SFR) e metropolitano (SFM), nonché definire gli interventi su ferro e gomma atti a migliorare la mobilità cittadina. L’intervento consiste nella realizzazione di due nuovi binari destinati al traffico AV/AC che si collegheranno a nord, nei pressi della Stazione di Firenze Castello, con la linea AV/AC della tratta Firenze-Bologna e a sud, in corrispondenza della Stazione di Firenze Campo Marte, con la linea Direttissima Firenze-Roma.

La linea, in corrispondenza della città di Firenze, presenta un tratto realizzato in galleria naturale che si snoda nel sottosuolo dell’area urbana a partire dalla zona della stazione di Rifredi fino alla nuova stazione AV e da questa fino alla zona della stazione di Campo di Marte, per uno sviluppo complessivo di circa 5000 m. Tranne alcuni tratti a ridosso della nuova stazione A.V. di Firenze, l’opera prevista è costituita da una coppia di gallerie naturali a singolo binario poste generalmente ad un interasse di 19,3 m, con coperture variabili da 6 a 27 m. E’previsto l’impiego di scavo meccanizzato con fronte in pressione con diametro di scavo pari a 9,4m. Le principali opere che fanno parte di questo intervento sono costituite dalle gallerie del Passante, che si sviluppano tra le stazioni di Firenze Castello e Firenze Campo di Marte, dalla Nuova Stazione e dal manufatto di Scavalco. Il Passante AV/AC è un tunnel che sotto attraversa Firenze costituito da due gallerie a singolo binario, di circa 11 km, realizzate mediante la tecnica della TBM che,  partendo da Campo Marte, raggiungono la Nuova Stazione AV/AC, per proseguire fino alla zona di Firenze Castello, dove la linea riemerge in superficie. La Nuova Stazione AV/AC, progettata da Norman Foster, nascerà nell’area degli ex-Macelli comunali di Firenze ed è destinata a diventare il principale nodo di interscambio cittadino mediante collegamenti diretti con la nuova linea tranviaria e le linee ferroviarie metropolitane di superficie. L’opera si estende su una superficie di 45.000 mq ed è costituita da un camerone interrato di lunghezza pari a 450 m e larghezza pari a 52 m ripartito su tre livelli altimetrici: quello delle banchine è posto a circa 25 m al di sotto del piano campagna.

 

 

Sede Legale/Amministrativa – Str. Garibaldi 12 Parma

Sede Operativa – V.le della Resistenza 4/2 - Rubiera

Tel: 0522/1490874  -  Fax: 0522/1846751

www.mitoingegneria.it

info@mitoingegneria.it         mitoingegneria@pec.it 

 

Registro imprese di Parma

data 12/04/2012 n°02646430344

REA PR-255606 – REA RE-290266

P.I. e C.F. 02646430344

Capitale Sociale i.v. € 10.000